Sei un impiantista?, Sei un impresario edile?, Sei un progettista?, Sei un rivenditore?

Gli sportelli in orizzontale NON SONO davvero BOTOLE D’ISPEZIONE: non usarli per chiudere gli impianti.

Ecco i 4 motivi per cui dovresti SUBITO SMETTERE di usare gli sportelli pensati per le pareti e semplicemente “girati in orizzontale” per chiudere anche per gli impianti.

Oramai da tempo lottiamo per far passare il messaggio che le chiusure per impianti presenti sul mercato sono per lo più obsolete in quanto in prima persona ci siamo trovati dall’altra parte, sul campo, in cantiere e abbiamo avuto a che fare con le classiche botole d’ispezione o con altri sistemi similari arrangiati per l’occasione.

Perché non scegliere le chiusure per impianti che sono nate come sportelli a parete e vengono utilizzati come botole.

Oggi ti parlo anche di un altro tipo di chiusure che sarebbe meglio non scegliere: parlo di quelle che vengono passate per chiusure impianti e botole ma che altro non sono che sportelli nati in verticale, per chiudere e nascondere delle nicchie. Si tratta quindi di sportelli a scomparsa che sono stati semplicemente girati di 90° e proposti per essere installati a soffitto come chiusura di impianti tecnologici.

Il motivo principale per non usarli è che in sostanza derivano dal mondo dell’arredamento e sono stati poi adattati per chiudere anche gli impianti. Capirai anche tu che gli impianti richiedono chiusure progettate appositamente e non prese da altrove e semplicemente girate o leggermente modificate per l’occasione.

Ecco i 4 motivi fondamentali per NON SCEGLIERE questo tipo di chiusura.

in realtà sono sportelli pensati per le chiusure a parete

Questi sportelli che ti vengono proposti come fossero botole sono stati pensati per chiudere nicchie o spazi residui a parete.
Posandoli a soffitto nascono limiti e difficoltà su tutti i fronti
posa lunga, telaio ingombrante (per quanto possa venire ristretto è pur sempre il telaio di uno sportello), accessori inadeguati per la chiusura impianti (sono appunto presi dal mondo dell’arredamento e utilizzati per chiudere un impianto), telaio inadeguato per la posa a soffitto (proprio perché pensato in prima battuta per essere installato a parete).

l’anta non è estraibile in un solo gesto

Essendo stati pensati a parete e non appositamente per la chiusura degli impianti, sono dotati di cerniere non estraibili, tipo quelle usate per le ante di una cucina.
E anche se vengono proposte cerniere a sgancio rapido, sono comunque inadeguate per una botola da installare su un controsoffitto in cartongesso che deve chiudere un impianto e deve poter essere rimossa senza troppe operazioni e difficoltà.

difficoltà di posa in opera


Il telaio di questi dispositivi è caratterizzato da uno spessore in altezza eccessivo (inadatto per le botole d’ispezione), che rende necessario, prima della posa, creare nella struttura del controsoffitto un vano preciso per poi fissare il telaio in alluminio ai montanti del vano che dovrà essere perfetto a 90°, solo dopo si potranno posare le lastre in cartongesso. Si tratta in poche parole di un processo che per il soffitto non va assolutamente bene e che è contrario alla modalità di lavorare dei posatori.

soluzioni d’arredo semplicemente adattate

Stai proponendo al tuo cliente / stai scegliendo per il tuo progetto, una soluzione improvvisata, con dei sostanziali limiti. Non sarà facile da utilizzare per lo scopo per cui è stata proposta e non sarà performante nel tempo. Chiudere gli impianti è una cosa complessa, non basta piazzare un’anta a chiudere un buco nel soffitto. Bisogna utilizzare un sistema progettato appositamente per chiudere impianti, per farlo in maniera facile ma anche sicura (in ogni fase, dalla posa fino all’utilizzo nel corso della vita dell’impianto).

Ora che ti ho spiegato questi motivi fondamentali, e che abbiamo in sostanza escluso tutte le proposte presenti sul mercato, ti starai chiedendo: allora cosa dovrei scegliere per chiudere gli impianti?

Ho una buona notizia per te, esiste una botola d’ispezione in grado di:

  • permetterti di chiudere i grandi impianti (anche enormi! anche in presenza di acqua)
  • permetterti di risparmiare tempo prezioso in cantiere (posa in metà del tempo e anta che non va stuccata!)
  • garantire una manovrabilità dell’anta strabiliante (anche se enorme resta leggera)
  • garantire una l’estrazione dell’anta con un solo gesto (prima durante la posa e in futuro anche a chi dovrà lavorare sull’impianto)
  • garantire la totale sicurezza nel corso del tempo grazie a sistemi di chiusura appositamente progettate e non presi in prestito dal mondo dell’arredamento
  • garantire la totale soddisfazione dei tuoi clienti (che non avranno niente da ridire, mai! Li rivedrai direttamente alla prossima ristrutturazione!)

Ti sembra un sogno?

Non lo è! Scopri subito la GIGAbotola!

Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,