Sei un impresario edile?, Sei un progettista?

Dimezzare i tempi di installazione delle botole: un modo per ridurre i costi in cantiere.

Un modo per ridurre i costi in cantiere che forse non hai mai considerato è quello di risparmiare tempo.

Il tempo di chi lavora in cantiere ha un costo e sfruttarlo al meglio ti permetterà di gestire bene anche il budget.

Nel caso delle botole d’ispezione, posarle in 30 o 15 minuti fa tutta la differenza del mondo, soprattutto se le botole iniziano ad essere numerose.

Spesso scegli le botole in cartongesso convinto di poter risparmiare qualche €, ma alla fine il costo totale che dovresti considerare non é solo quello della botola in sé ma anche il costo del tempo impiegato per la posa, eventuali spese successive per risolvere problematiche e inconvenienti (che sono molto probabili con queste chiusure oramai obsolete), spese legate a possibili contestazioni e lavori da rifare.

Altre volte potresti aver scelto una soluzione diversa dalla botola in cartongesso: parlo degli sportelli/ante nati per le pareti e proposti come botole a soffitto.

In questo caso, mi dispiace deluderti, ma non hai fatto un grande affare né dal punto di vista della funzionalità, né da quello della posa.

Trattandosi di ante pensate per essere posate a parete, l’installazione a soffitto non sarà semplice e veloce come dovrebbe essere per una botola d’ispezione.

Dunque, hai mai pensato che il tempo extra che impieghi in cantiere avresti potuto usarlo per un nuovo lavoro e per fatturare?

Hai mai considerato che il tempo extra che impieghi per risolvere un inconveniente o per rifare un lavoro avresti potuto risparmiarlo o utilizzarlo per fatturare?

Ma com’è possibile ridurre a tal punto i tempi di posa da incidere positivamente sul budget (e naturalmente sul risultato finale)?

I motivi che rendono la posa delle botole in cartongesso difficile e macchinosa.

È noto a tutti i professionisti del cantiere che le botole in cartongesso sono lunghe da installare per diversi motivi tecnici:

1. Telaio in alluminio ad L troppo leggero e fissato con semplici squadrette negli angoli. Si presenta quindi fragile e soggetto a movimenti che causeranno crepe alla finitura. I movimenti rendono anche difficile mantenere gli allineamenti e, di conseguenza, l’anta potrebbe non essere perfettamente in squadra con il telaio, risultando anche difficile da aprire e chiudere.

2. L’anta in cartongesso andrà stuccata a più mani, operazione che allungherà i tempi senza nemmeno garantire un risultato estetico impeccabile. In dimensioni superiori alle standard, inoltre, l’anta sarà molto pesante, difficile da manovrare e anche a rischio deformazioni.

I motivi che rendono la posa degli sportelli usati come botole difficile e lunga.

1. Telaio ingombrante e pesante (proprio perché nato per sportelli a parete) e quindi poco adatto alla chiusura impianti a soffitto (spesso ci si trova di fronte a situazioni con spazi ridotti a disposizione per posizionare il telaio, data la presenza delle macchine degli impianti).

2. Telaio con spessore in altezza eccessivo, che rende necessario, prima della posa, creare nella struttura del controsoffitto un vano preciso per poi fissare il telaio in alluminio ai montanti del vano che dovrà essere perfetto a 90°, solo dopo si potranno posare le lastre in cartongesso.

Si tratta in poche parole di un processo che per il soffitto non va assolutamente bene e che è contrario alla modalità di lavorare dei posatori.

3. Anta con cerniere non estraibili che, dovendo essere necessariamente rimossa e reinserita diverse volte durante la posa, causerà ulteriori sprechi di tempo.

E se ti dicessi che, invece, esiste una botola d’ispezione nata per chiudere i GRANDI IMPIANTI, che non è in cartongesso (a differenza delle botole che conosci) e si rimuove con un solo gesto (a differenza degli sportelli a soffitto)?

E se ti dicessi che questa botola è stata progettata da esperti del cantiere a secco proprio a partire dai soliti problemi che si incontrano con ogni altra soluzione proposta dal mercato, arrivando a eliminarli uno a uno?

E se ti dicessi che la posa non necessita di operazioni strane, lunghe e contro-intuitive, e che richiede la metà del tempo normalmente impiegato?

Sei pronto ad andare oltre le soluzioni che conosci e oltre i problemi finora affrontati?

Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,